Laurent de Sutter

L'arte dell'ebbrezza

 

pp. 128, euro 18

 

 

 

«I love a Martini / Two, at the very most / Three, I’m under the table / Four, I’m under the host.»

«Three highballs, and I think I’m St. Francis of Assisi.»
Dorothy Parker


... Poiché non esiste una verità immediata; non esiste una verità completa, integrale in se stessa; non vi è verità che non conduca a un’altra verità, nella potenza di un montaggio che assume la forma di una concatenazione, come il bevitore concatena un bicchiere all’altro, al ritmo della propria ebbrezza. Come disse una volta Gilles Deleuze: si beve solo per continuare a bere – perché «continuare» non è altro che il nome profano del vero in quanto tale.

La storia dell’ebbrezza è la storia di una fascinazione che ha sempre oscillato tra l’esaltazione romantica e la condanna scandalizzata. Eppure sono numerosi coloro che, in tutti i tempi e in tutte le culture, hanno rifiutato tale dicotomia per interrogarsi sugli effetti reali dell’alcool e sui poteri insospettabili che nasconde. Dalla Baghdad del IX secolo alla New York del XX secolo, dalla Francia medievale al Giappone dell’era Meiji, poeti, filosofi, scrittori, alchimisti e semplici bevitori hanno esplorato, in modo spesso vacillante e brillo, le conseguenze dell’ubriachezza nel campo dell’arte e in quello della scienza, in quello della politica e in quello della morale – fino a sondare il campo stesso dell’essere. Camminando in compagnia di Abu- Nuwa-s, Nakae Cho-min, Rabelais, Dorothy Parker, Zhang Xu e molti altri, Laurent de Sutter propone un viaggio conoscitivo attraverso le trasformazioni offerte dall’ebbrezza, alla ricerca di una nuova verità che non si regga in piedi se non sbandando: una verità ubriaca, che metta in ridicolo il millenario regime poliziesco della sobrietà.
 
Nato nel 1977, Laurent de Sutter è filosofo e professore di teoria del diritto a Bruxelles. Dirige inoltre la collana «Perspectives critiques» presso le storiche edizioni PUF di Parigi. In italiano sono stati tradotti i suoi libri Deleuze: La pratica del diritto (Ombre Corte, 2011), Teoria del Kamikaze (Il Nuovo Melangolo, 2017) e Narcocapitalismo. La vita nell’era dell’anestesia (Ombre Corte, 2018). Per Giometti&Antonello è invece uscito nel 2017 Metafisica della puttana.

Giometti & Antonello

Corso Matteotti 22-24, 62100 Macerata

Telefono 333 476 6150

Per contattarci: posta@giometti-antonello.it